Notizie ed eventi
gaber_barriqueGiorgio Gaber, un uomo e un artista irrequieto, sempre in cerca del corretto punto di vista per guardare la realtà. O meglio per esaminarla, per non farsi fagocitare dalla cultura di massa, ma per capirla, e trovare spiragli, vie d'uscita. Per celebrarne il decennale della morte, che ricorrerà il primo gennaio 2013, l'Associazione Lo Specchio e la redazione de Lo Specchio Magazine, in collaborazione con l'agenzia di consulenze editoriali Scriptorama e il sostegno dell'Amministrazione Comunale di Recanati, propone per sabato 22 dicembre l'happening “Recanati per Giorgio Gaber”: due eventi tra musica e parole, proprio come nella tradizione del teatro-canzone. Alle ore 18:30, presso le sale del Museo di Villa Colloredo-Mels a Recanati, sarà la scrittrice e giornalista viareggina Elena Torre a guidare alla scoperta del Gaber uomo e artista insieme alla voce recitante di Giuseppe Russo (ingresso libero e visita al museo gratuita). Nel suo libro “Giorgio Gaber, l'ultimo sileno” (Sassoscritto editore), la Torre ne propone un racconto non tradizionale, grazie all'amicizia nata durante la preparazione dello spettacolo “Storie del Signor G”. Alle ore 21:15, nella sala convegni di Villa Colloredo Mels, il gruppo musicale dei Barrique porta invece sul palco il Gaber musicista e compositore, con un concerto-omaggio sulla scia delle sue melodie più famose e dei suoi testi più significativi (ingresso libero a offerta). Critico, arguto, ironico, Gaber è l'emblema dell'artista che vuole mobilitare le coscienze e diventare un ricercatore di senso per una società che non sa più mettersi in discussione e si accontenta di ricette precotte. A questo servono l'allegoria, la lingua tagliente, lo sguardo ammiccante di Gaber, che con le sue canzoni e il suo teatro vogliono stimolare consapevolezza, dialogo e auto-critica. In questo è il ruolo dell'artista: non intrattenere ma porre rovelli, non consolare ma infiammare, almeno le coscienze. I suoi lavori non sono mai troppo distanti dal vero, dal materiale, dal reale. Prima che farci volare le sue parole vogliono tenerci con i piedi per terra, incitano al pensiero, ci invitano a coltivare le nostre idee, a trovare una distanza ideale dalla realtà: abbastanza lontani per guardarla in modo oggettivo senza essere travolti da facili idealismi, militarismi o isterismi, ma non troppo da non poter più intervenire su di essa.

Informazioni e Prenotazioni: Tel. 071 7570410 - Fax: 071 7575698 - E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Via Gregorio XII 62019 Recanati